lunedì 4 novembre 2013

Le foto per gli altri - prima parte

Per qualche mese sono mancati il tempo e la voglia per mandare avanti il blog e, più in generale, per "vivere" la rete nel modo in cui ero abituato a farlo. Ho sentito la necessità di staccare per un po' la spina dalla parte attiva (raccogliere materiale, preparare i post, commentare...) ritagliandomi uno spazio dietro le quinte e continuando a leggere e trarre utili informazioni e spunti senza però comparire, tranne in rare occasioni. Con il passare delle settimane però è diventato sempre più difficile ricominciare a scrivere... "di chi, di cosa parlo?" La mia più grande passione offre migliaia di argomenti da approfondire e raccontare, tuttavia nelle ultime settimane ho vissuto una sorta di blocco dal quale è stato difficile venir fuori. Mi sono caduti gli occhi sil libro "Diana by Testino" che avevo tirato fuori giorni fa rimettendo in ordine la libreria e così ho iniziato a raccogliere materiale proprio su quelle foto e sul rapporto speciale che si era instaurato tra il fotografo e l'eccezionale modella, Lady D. 

Poi una mezz'ora fa ho iniziato a rileggere tutto il lavoro, a pensare a Testino e ad una forma di epidermica antipatia che, pur stimando enormemente il suo lavoro, ho provato nei suoi confronti in alcune occasioni. Forse non era poi una grande idea ricominciare a scrivere parlando proprio di lui... potrò farlo in futuro.

Ho iniziato a scrivere questo post dopo la mezzanotte di ieri, troppo tardi per riscrivere un nuovo articolo. Allora ho deciso di "fare un regalo a me stesso" lasciando che a parlare siano un paio di fotografie scattate al matrimonio di un amica. "Fare un regalo a me stesso" nel senso che sempre più spesso mi rendo conto della difficoltà di realizzare belle immagini per me e per il gusto di farle, senza una precisa richiesta... forse veder pubblicata qualche mia foto (anche se si tratta del mio blog), mi farà ritrovare un po' di entusiasmo, fiducia ed ispirazione.






Una promessa, anche questa volta a me stesso: non passeranno altri mesi prima del prossimo post. Magari tornando a parlare di qualcuno che attraverso la fotografia ha saputo fare qualcosa di importante.

A presto :)
Flavio





11 commenti:

  1. Bentornato nel tuo blog, caro Flavio! Credo che ogni tanto sia utile staccare la spina e prendersi una pausa in attesa dell'ispirazione giusta. Se te la senti sarò lieto di leggerti ancora e magari di vedere qualche altra bella foto. Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Andrea, lieto di constatare che mi segui ancora, nonostante l'assenza degli ultimi tempi. Passerò sicuramente dalle tue parti... I miei propositi riguardo la cucina sono solo slittati, non certo cancellati dalla lista delle cose da fare.

      Un carissimo saluto :)
      Flavio

      Elimina
  2. Ciao Flavio, capisco il tuo stato d'animo perché ci sono passata anche io. Ho attraversato settimane in cui mi mancava la voglia e quando mi tornava io la soffocavo. Il blog, così come tutti gli spazi in cui ci si apre, è un'arma a doppio taglio: oggi ti ami e lo ami, domani smetti. Poi ricominci. Poi arrivi ad un punto in cui capisci che c'è chi sorride se tu scrivi ed allora al diavolo i malesseri personali: devi scrivere per quei sorrisi. Ci sono tanti giorni in cui ne farei a meno ma so che c'è chi si sveglierà al mattino e verrà a curiosare per trovare un nuovo post e che se quel post non ci sarà io avrò deluso un mio lettore. E' questo quello che cercavo di "spiegarti" qualche giorno fa su twiter: i lettori sono le persone che non devi mai deludere, chissene degli altri blogger e delle liti di condominio :-)
    Spero questo sia il primo di una lunga serie di post che segneranno il tuo ritorno. E te lo dico da lettrice e non da blogger, adesso che ho iniziato a leggerti vuoi forse deludermi? (scherzo)
    Un abbraccio!
    N.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nunzia.

      Trovare il tuo commento è stata una gradevolissima sorpresa. Hai descritto perfettamente la sensazione che ho provato in più occasioni, sia qui sul blog che sul forum fotografico che da tempo seguo ed amministro. Ci sono momenti in cui senti la necessità di staccarti da quella creatura, ma la consapevolezza che qualcuno troverà utile, interessante o semplicemente divertente ciò che hai scritto o che scriverai ti da la carica per ripartire. Questo rientro un po' soft, senza nulla di particolarmente utile da raccontare, è servito per sgranchire le dita sulla tastiera ed oliare i meccanismi... adesso si riparte.

      Ti ringrazio ancora per le tue belle parole, la metto tra le cose positive che mi daranno una spintarella per migliorare sempre più questo spazio.

      Un abbraccio ed a presto :)
      Flavio

      Elimina
  3. Ciao Flavio,
    non perdere mai l'entusiasmo perché sarebbe la fine di tutto. Non bisogna abbattersi, ma ricercare la forza di voler esprimersi anche nelle piccole cose. Io trovo che le tue immagini siano bellissime, molto bel curate nei dettagli e ricercate. Le emozioni che provi arrivano a chi le guarda.
    Sul fatto di voler staccare dal blog, io credo che bisogna imparare a dare il giusto peso a tutte le cose e trovare un equilibrio tra reale e virtuale che ci aiuti anche ad assumere posizioni distaccate quando ne abbiamo voglia.
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara, felice che tu abbia apprezzato la cura che ho per le mie immagini e che da queste si capisca in qualche modo ciò che provo mentre scatto. A presto, Flavio

      Elimina
  4. capisco perfettamente il tuo pensiero.. tieniti stretto l'entusiasmo mi raccomando! bellissimi scatti come sempre!
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gloria. Farò proprio così... aggrappato al mio entusiasmo sto raccogliendo le ultime cose per i prossimi post! Grazie mille per il commento, felice che le foto siano piaciute.

      Ciao ciao :)
      Flavio

      Elimina
  5. Ciao Flavio, è sempre bello quando condividi con noi lettori i tuoi scatti! Scrivere un blog deve essere un piacere e non un dovere (già ci sono così tante cose "obbligatorie" nella vita..) ogni tanto è giusto quindi staccare la spina, soprattutto se questo ci può tornare utile per riflettere e fare un po' di sana "ricerca", per poi poter tornare a riscrivere di quello che ci piace! A presto! Un caro saluto!

    RispondiElimina
  6. C'è questo senso di attesa, nello sguardo raggiante della tua amica-una sposa molto bella e radiosa tra l'altro- gioiosa attesa per la vita futura che le si prospetta davanti. Tu hai saputo coglierlo perfettamente. Complimenti.

    RispondiElimina